giovedì 28 dicembre 2017

IL MEGLIO DEL 2017

...con i post scelti da voi!!



Cari lettori,
anche il 2017 sta per giungere al termine.


Com’è andato il vostro anno?
Il mio è trascorso molto, molto in fretta!
Il bilancio del 2017 è sicuramente positivo: le soddisfazioni non sono mancate, ed anche i momenti difficili hanno fatto sì che io affrontassi situazioni impreviste e nuove per me. Come tutti noi, credo che ci siano un po’ di aspetti del 2017 che mi porterei volentieri anche nel 2018 ed altri che spero proprio di abbandonare insieme all’anno vecchio.



Una delle più belle sorprese di quest’anno è stata sicuramente constatare quanto il blog sia cresciuto, con me e con voi. Un grazie speciale va:

- ai lettori fissi (ormai siamo a quota 97!);

- a chi mi legge tramite i link su Facebook, su Twitter, su Instagram (in alto a destra ci sono i link per potermi seguire);

- a chi ha condiviso i miei post sulle sue pagine social;

- a chi ha partecipato con me ai progetti condivisi “Il fascino del gentiluomo” e “Noi che amiamo Nicholas Sparks”, ideati da Susy;

- agli artisti, agli scrittori, agli enti culturali che si sono messi in contatto con me durante l’anno e hanno diffuso i miei post.


Come già fatto l'anno scorso, oggi vorrei proporvi una sorta di antologia scelta del 2017. Quelli che seguono sono i post più popolari del 2017: quelli che voi avete più amato, letto, condiviso, commentato...uno per ognuna delle rubriche di questo blog!



CONSIGLI ARTISTICI

KLIMT EXPERIENCE”, del 5 ottobre



Recensione di un inedito filmato-mostra al Mudec di Via Tortona, a Milano.

Ho parlato della formazione e della giovinezza dell’artista; della donna che egli ha amato; del suo amore per la classicità e della sua appartenenza al gruppo di artisti denominato “Secessione viennese”; dei suoi anni d’oro; della sua visione della figura femminile; dei suoi ultimi anni.

Questo filmato artistico non solo è coinvolgente ed interessante, ma è anche accompagnato da bellissime musiche.



CONSIGLI CINEMATOGRAFICI

CINEFORUM INIZIO AUTUNNO 2017”, del 10 ottobre



In questo post vi ho parlato di alcuni film visti tra settembre ed ottobre in un cinecircolo della mia zona.

Le pellicole prese in considerazione sono l’agrodolce commedia Adorabile nemica, la storia d’amore e di disagio sociale Cuori puri, l’angosciante thriller American pastoral, la poetica commedia Paterson e la romantica storia Il colore nascosto delle cose.



CONSIGLI MUSICALI

TESTI DI CANZONI E FILOSOFIA DI VITA: TAYLOR SWIFT”



Questo post è dedicato ad una delle mie cantanti preferite, Taylor Swift. In esso si analizzano 10 sue canzoni, ritenute da me molto significative dal punto di vista testuale.

Ci sono i suoi esordi country, con Mary’s song, Fifteen e Change; ci sono i brani tratti dagli album che più hanno amato i suoi fan, come Never grow up, Last kiss, Long live e All too well, ci sono, infine, le canzoni che l’hanno consacrata come una delle popstar più celebri, come Out of the woods, This love e You are in love.



CONSIGLI TEATRALI

GIULIETTA E ROMEO”, del 25 marzo




Sono rimasta sorpresa nel constatare che, tra tutte le recensioni teatrali fatte durante l’anno, voi abbiate preferito quella dedicata ad un balletto. Da appassionata di danza, non posso che esserne felice!

Lo spettacolo “Giulietta e Romeo” è andato in scena al Teatro Carcano di Milano nel corso del mese di marzo. Nel recensirlo, mi sono soffermata sulla nuova ambientazione data alla storia, sulla caratterizzazione dei personaggi tramite il ballo, sui tanti modi diversi di danzare in un unico balletto, sulle luci e sulle musiche.

Personalmente spero che la compagnia del Balletto di Roma torni prestissimo a Milano!



DONNE STRAORDINARIE

LA DONNA SCONFITTA”, del 30 novembre




Analisi narrativa e psicologica del personaggio di Eveline, una delle protagoniste della raccolta di racconti Dubliners, di James Joyce.
Eveline è “sconfitta”, come recita il titolo del post, perché continua a provare un invisibile affetto per il padre violento, perché la sua difficile ricerca dell’indipendenza incontra molti ostacoli, perché non risolve il suo conflitto interiore pur dovendo scegliere tra amore e famiglia, e perché la sua paralisi finale è dovuta ad un eccessivo attaccamento alle sue origini.

Eveline è l’ultimo di cinque personaggi appartenenti ad una serie che ho intitolato: “Le donne della letteratura e la figura paterna”. Le altre quattro sono: Ifigenia, eroina classica ritratta da Euripide e da Lucrezio; Elettra, protagonista di una tragedia di Sofocle; Micol, figlia del re nella tragedia di Vittorio Alfieri Saul; Nora, protagonista del dramma borghese Casa di bambola di Ibsen.



EVENTI CULTURALI

TEMPO DI LIBRI”, del 24 aprile




Come promesso nel post relativo al 2016, sono riuscita a rivitalizzare questa rubrica nel corso del 2017.

Sono stata felicemente sorpresa nello scoprire la vostra curiosità ed il vostro interesse nei confronti della prima edizione di questa fiera milanese.

Vi ho parlato dell’organizzazione di padiglioni e stand, dei numerosi ospiti, dello spazio dedicato alla letteratura per l’infanzia ed ai fumetti, dell’attenzione riservata al mondo didattico.

Anche se più ridotta del Salone torinese, la fiera mi ha fatto comunque un’ottima impressione. Spero in una replica in primavera!



IL MOMENTO DEI CLASSICI

UN INCONTRO CON SHAKESPEARE”, dell’8 giugno




I miei personalissimi consigli a tema shakespeariano!

Le mie opere preferite del grande drammaturgo sono sicuramente l’ironica e romantica storia raccontata in Molto rumore per nulla, la commedia degli equivoci Sogno di una notte di mezza estate, il dramma sociale Il mercante di Venezia (visto anche a teatro nel corso del 2017) e l’indimenticabile tragedia Amleto.

Shakespeare è un autore del quale, prima o poi, è necessario parlare. Sono contenta che l’abbiate apprezzato!



L’ANGOLO DELLA POESIA

L’ARRIVO DELL’AUTUNNO...IN POESIA”, del 25 settembre




Ho notato che i post nei quali abbino dipinti di artisti famosi a celebri poesie vi sono molto piaciuti. Avete particolarmente apprezzato il mio omaggio all’autunno.

Ho scelto componimenti di Campana, Quasimodo, Baudelaire, Hikmet, Verlaine, Zanella, Cardarelli, Bosari, Arnault, Gallicchio, Pascoli, Rodari.

I quadri abbinati alle poesie sono di Van Gogh, Monet, Renoir, Afremov, dell’Accademia di Carrara, di Brancaccio, Gauguin, dell’Arcimboldo, di Courbet, Mucha , Kandinskij, Vitali.



LETTURE A TEMA…

LA GUERRA DELLE DUE ROSE”, del 19 settembre




Analisi dei cinque romanzi appartenenti alla saga “La guerra delle due rose”, della scrittrice e storica Philippa Gregory.

La regina della rosa bianca” narra la storia di Elisabetta Woodville, moglie di Edoardo III, re della fazione York.

La regine della rosa rossa” (il mio preferito dei cinque) è invece dedicato alla rivale Lancaster, Margaret Beaufort.

La signora dei fiumi” è un prequel che riporta il lettore ai tempi della Guerra dei Cent’anni.

La futura regina” racconta la breve ed infelice storia di Anna Neville, figlia di uno scaltro politico e moglie del tristemente famoso re Riccardo III.

Una principessa per due re” è infine un sequel che introduce la storia della dinastia Tudor.

Ho veramente amato questi romanzi e sono felice che abbiano incuriosito anche voi!



PROGETTI CONDIVISI

VICINO A TE NON HO PAURA”, del 17 ottobre




Il 2017 è stato l’anno in cui, per la prima volta, ho avuto l’opportunità di collaborare con altri bloggers.

Il progetto che ha avuto più visualizzazioni è stato quello dedicato a Nicholas Sparks. Il romanzo a cui io ho dedicato il mio post è Vicino a te non ho paura. Altri “colleghi” bloggers si sono invece dedicati ad altri romanzi, da L’ultima canzone a Ricordati di guardare la luna, da Ho cercato il tuo nome a Le pagine della nostra vita.



L’altro progetto al quale ho partecipato, nel mese di giugno, si intitola "Il fascino del gentiluomo" ed è dedicato ai personaggi maschili più amati della letteratura. Io ho scelto Rhett Butler, protagonista di Via col vento.



TAG&BOOKTAG

LE COSE CHE MI PIACCIONO”, del 20 novembre




Dalla A di “Appartamento” alla Z di “Zucca”, passando per la D di “Danza”, la L di “Libri” e la Q di “Quaderno”...ecco tutto quello che mi piace!

Sono sempre gratificata quando qualche post personale incontra un largo consenso. Grazie per il vostro sostegno!



UMORISMO PER LETTERATI

NON APRITE QUEL LIBRO”, del 25 maggio




15 frasi che noi lettori accaniti ripetiamo un po’ troppo spesso, per ridere un po’ di noi e di chi ci sopporta.
Consigli di Snoopy inclusi!




Ecco i post che voi lettori avete scelto di premiare nel corso del 2017!
Potevo esimermi dal farvi alcune domande? Assolutamente no!
Vorrei sapere da voi:

1) Quale rubrica avete apprezzato maggiormente?
2) C’è qualche argomento che vi piacerebbe approfondire nel corso del 2018?

Ovviamente critiche e consigli di qualsiasi tipo sono ben accetti.
Vi faccio tantissimi auguri per un 2018 indimenticabile!

giovedì 21 dicembre 2017

CHRISTMAS COUNTDOWN 2017 #4 : I MIEI NATALI PASSATI





Cari lettori,


manca ormai pochissimo al Natale, ed è il momento del nostro ultimo post dedicato al “Christmas countdown” del 2017!


Come ho già fatto l'anno scorso, ho deciso, in occasione del Natale, di raccontarvi qualcosa in più su di me. Ho scelto allora di proporvi un questionario che ho trovato sul blog "Ragazza in rosso", dal titolo “I miei Natali passati”, insieme ad alcune foto molto speciali.


Spero che vi piaccia!





Natale 1989: è nata una nuova aiutante per Babbo Natale!





1) Scrivevi la letterina a Babbo Natale?



Sinceramente...no! Non sono cresciuta con la favola di Babbo Natale. Per me e mio fratello è sempre stato Gesù Bambino a portare i regali. Di solito lasciavamo per lui un bicchiere d’acqua e dei biscotti la notte di Natale.


Ogni anno i nostri genitori ci chiedevano: “Che cosa vi piacerebbe ricevere da Gesù Bambino?” e noi invariabilmente rispondevamo: “Una sorpresa!”… e sorpresa era.






Natale 1991: un nuovo regalo nella cesta dei giochi!





2) Quale regalo avresti voluto ricevere da Babbo Natale...ma lui non te l’ha mai portato?





Dal momento che chiedevo sempre “una sorpresa”...non ero mai delusa! In un modo o nell’altro, Gesù Bambino sembrava conoscere i miei gusti… chissà mai perché, eh?!?






Natale 1992: Babbo Natale ci osserva...





3) Racconta un episodio natalizio di quando eri piccolo.





Nel 2000, per la prima volta, i miei genitori si sono offerti di festeggiare il Natale a casa nostra, invece che, come al solito, dalla mia prozia.


Proprio quell’anno c’è stata una nevicata pazzesca la notte di Natale e ci siamo svegliati sotto la neve!


Ricordo quella mattina come molto caotica, perché i miei nonni non volevano giustamente utilizzare la macchina e gli addetti alla pulizia delle strade erano pure in ferie. Alla fine, però, con un giro di passaggi e l’aiuto di un po’ di concittadini che hanno spalato le strade, ce l’abbiamo fatta.




Natale 1994: sono un angelo?!?





4) Il tuo cibo preferito a Natale.





Di solito il nostro menu tipo è composto da:


- antipasti vari (affettati, pizzette, tartine);


- un primo piatto, di solito lasagne o ravioli. L’anno scorso abbiamo mangiato dei tortelli con bresaola e formaggio di montagna. Io però amo i cappelletti in brodo!


- un secondo piatto di carne cucinato da mio zio;


- un dolce degno delle migliori abbuffate (negli ultimi anni ha vinto spesso la millefoglie);


-l’immancabile panettone;


- ananas al maraschino fatto da mia madre.





Natale 1996: ...sull’attenti!





5) Giocavate a qualche gioco di società con i parenti? Qualcuno barava?


Non avevamo né abbiamo tuttora questa abitudine il giorno di Natale, però spesso, nel corso delle vacanze natalizie, ci capita di giocare a carte, specie nelle buie sere di festa, quando gli impegni sembrano sospesi e quasi tutti gli amici restano in famiglia. Non mi sembra che nessuno abbia mai barato!





Natale 1998: nuovo albero, più grande di noi!





6) Se hai fratelli litigavi con loro per aprire i regali?



Non ho mai litigato con mio fratello...ognuno di noi aveva i suoi regali da aprire, e poi, comunque, condividevamo tutto.




Natale 2003: look sportivo!





7) Qual è per te la parte più bella del Natale?



So che “tutto” non è una risposta accettabile...ma è la più sincera. L’attesa, l’atmosfera che pervade il mese di Dicembre, i meravigliosi canti della tradizione, le decorazioni casalinghe, le luci nel centro storico, i momenti insieme alla famiglia ed agli amici, i tanti bei ricordi legati a questo periodo...come scegliere?



Natale 2009: ...mangiato troppo?





8) Film natalizio preferito.



In uno dei miei post pre-natalizi ho citato Dickens, e torno a farlo. Con ogni probabilità, infatti, il film in tema che preferisco è la più recente versione di “A Christmas Carol”, con Jim Carrey e Gary Oldman. La bellissima colonna sonora è cantata dal “nostro” Andrea Bocelli.


La magia di questa storia mi commuove ogni volta!





Natale 2013: i due Babbi!





9) Secondo te Babbo Natale esiste?



Noo, lui no… però le renne sì!




Natale 2016: selfie sotto l’albero!





10) Condividi la magia del Natale e tagga qualcuno.



Siamo sotto Natale e non “obbligo” nessuno a fare questo TAG, dal momento che sarete di sicuro impegnatissimi. Sentitevi liberi di pubblicare la vostra versione sul blog, se vi va!








Siamo alla fine del Christmas Countdown 2017!


Aspetto i vostri pareri. L’idea vi è piaciuta? Quale post avete preferito?


Vi auguro di cuore un lieto Natale e delle serene feste!


lunedì 18 dicembre 2017

CHRISTMAS COUNTDOWN 2017 #3 : NATALE IN POESIA E IN ARTE



manca 1 settimana a Natale!



Cari lettori,

ecco a voi il terzo appuntamento con il “Christmas countdown 2017”!

Se le scorse volte vi ho consigliato dei libri e dei classici Disney ideali per le feste, oggi mi occupo del Natale dal punto di vista della poesia e dell’arte.


I grandi autori ed i pittori più celebri, infatti, hanno creato dei veri e propri capolavori nel corso dei secoli e, ad una settimana esatta dal Natale, credo che sia giusto ricordarli.



NATALE, di Enrico Panzacchi




(Dipinto: L’adorazione dei magi, Sandro Botticelli)


Alta è la notte, scendono

in candida legione

dal firmamento gli angeli

recinti di splendor.

Pace alla gente buona:

è nato il Redentor.



Fiocca la neve: déstansi

in mezzo all’ombra e al gelo

e alle melòdi angeliche

rispondono i pastor:

Sia gloria a Dio del Cielo:

è nato il Redentor!



Un tintinnio di giubilo

da mille torri suona:

s’allargano le tenebre,

spuntan dai tronchi i fior.

Pace alla terra buona:

è nato il Redentor.



Nell’umile presepio,

o Dio, invan ti celi;

a offrire i Re già vengono

mirra, profumi ed or.

Gloria sia a Dio nei cieli:

è nato il Redentor.



NATALE, di Giuseppe Ungaretti




(Dipinto: Boulevard Saint-Denis, Claude Monet)


Non ho voglia

di tuffarmi

in un gomitolo

di strade



Ho tanta

stanchezza

sulle spalle



Lasciatemi così

come una

cosa

posata

in un angolo

e dimenticata



Qui

non si sente

altro

che il caldo buono



Sto

con le quattro

capriole

di fumo

del focolare



IL PRESEPE, di Salvatore Quasimodo




(Dipinto: Natività, Lorenzo Lotto)



Natale. Guardo il presepe scolpito

dove sono i poveri pastori appena giunti

alla stalla di Betlemme.



Anche i Re Magi nelle lunghe vesti

salutano il potente Re del mondo.



Pace nella finzione e nel silenzio

delle figure in legno ed ecco i vecchi

del villaggio e la stalla che risplende

e l’asinello di colore azzurro.



UNA STELLA SULLA STRADA DI BETLEMME, di Boris Pasternak




(Dipinto: Cappella degli Scrovegni, Giotto)



Era inverno

e soffiava il vento della steppa.

Freddo aveva il neonato nella grotta

sul pendio del colle.

L’alito del bue lo riscaldava.



Animali domestici stavano nella grotta.

Sulla culla vagava un tiepido vapore.

Dalle rupi guardavano

assonnati i pastori

gli spazi della mezzanotte.



E lì accanto, sconosciuta prima di allora,

più modesta di un lucignolo

alla finestrella di un capanno,

tremava una stella

sulla strada di Betlemme.



SPLENDE ANCORA, di Santo Parisi




(Dipinto: Adorazione dei magi, Raffaello Sanzio)


C’è un albero

addobbato in casa mia

scintillante

di luci e colori

ma c’è tanto, tanto buio fuori:

sofferenze e dolori…

dolori a non finire.

Ma nella notte fredda

spende ancora,

dopo due millenni,

o mio Signore,

una cometa

sulla tua capanna:

una cometa

che alla pace invita,

una cometa

che verso te ci guida.



NELLA NOTTE DI NATALE, di Umberto Saba




(Dipinto: Adorazione dei magi, Simon Bening)


Io scrivo nella mia dolce stanzetta,

d’una candela al tenue chiarore,

ed una forza indomita d’amore

muove la stanca mano che si affretta.

Com’è debole e dolce il suon dell’ore!

Forse il bene invocato oggi mi aspetta.

Una serenità quasi perfetta

colma i battiti ardenti del mio cuore.

Notte fredda e stellata di Natale,

sai tu dirmi la fonte onde zampilla

improvvisa la mia speranza buona?

È forse il sogno di Gesù che brilla

nell’anima dolente ed immortale

del giovane che ama, che perdona?



NATALE 1988, di Don David Maria Turoldo




(Dipinto: Notte di Natale, Paul Gauguin)


Campane a Moneglia

dolce paese di Liguria

in mezzo a oliveti sul mare,

e la casa ancora più dolce

dell’amico:



campane

suonano a festa

a vigilia del grande Atteso

(verrà? E come e dove verrà?)



Natura

già si dispone all’Evento:



Campane, fosse almeno

sempre vigilia…



GENEROSO NATALE, di Alda Merini




(Dipinto: Natività, Correggio)


Oh, generoso Natale di sempre!

Un mitico bambino

che viene qui nel mondo

e allarga le braccia

per il nostro dolore.

Non crescere, bambino,

generoso poeta

che un giorno tutti chiameranno Gesù.

Per ora sei soltanto

un magico bambino

che ride della vita

e non sa mentire.



LO ZAMPOGNARO, di Gianni Rodari



(Dipinto: Babbo Natale, William Hoolbrook Beard)


Se comandasse lo zampognaro

che scende per il viale,

sai che cosa direbbe

il giorno di Natale?

Voglio che in ogni casa

spunti dal pavimento

un albero fiorito

di stelle d’oro e d’argento.”

Se comandasse il passero

che sulla neve zampetta,

sai che cosa direbbe

con la voce che cinguetta?

Voglio che i bimbi trovino,

quando il lume sarà acceso,

tutti i doni sognati

più uno, per buon peso”.

Se comandasse il pastore

del presepe di cartone

sai che legge farebbe

firmandola col lungo bastone?

Voglio che oggi non pianga

nel mondo un solo bambino,

che abbiano lo stesso sorriso

il bianco, il moro, il giallino.”

Sapete che cosa vi dico

io che non comando niente?

Tutte queste belle cose

accadranno facilmente; se ci diamo la mano

i miracoli si faranno

e il giorno di Natale

durerà tutto l’anno.




Quali preferite tra questi dipinti e queste poesie?

Conoscevate già queste opere?

Attendo i vostri pareri!

Grazie per la lettura, al prossimo post :-)